Cosa Facciamo

 

SIBRIC.it grazie al lavoro di un gruppo di professionisti offre attività di supporto ed informazione rivolte alle persone incorse in comportamenti autolesionistici  attraverso servizi di consultazione via mail, gruppi di supporto tra pari, colloqui in chat con esperti, attività di ricerca, e diffusione di buone pratiche ed informazioni.

SIBRIC offre ai giovani un luogo virtuale anonimo e sicuro dove poter parlare delle loro difficoltà, dei  loro interessi, dei loro problemi e condividerle senza paura con altri giovani.


A chi ci rivolgiamo

Agli adolescenti ed ai giovani adulti, in quanto fascia maggiormente interessata da questo tipo di comportamenti ma anche a quanti sono loro vicini per lavoro o per affetto: insegnanti, genitori, educatori, psicologi, operatori dei Servizi sociali.


Quali sono i nostri obiettivi

Sostenere ed informare i giovani che si autoferiscono: aiutarli a divenire maggiormente consapevoli delle loro risorse, aiutarli nella presa di consapevolezza del loro problema e del come affrontarlo. Aiutare i genitori e gli operatori che lavorano con adolescenti a comprendere il significato del comportamento autolesionista in modo non stereotipato e senza giudizio, al fine di ascoltare ed aiutare al meglio il giovane. 

Approfondire e studiare il fenomeno autolesionista in Italia al fine di accrescere le informazioni e migliorare la comprensione di tali comportamenti, così da aiutare i professionisti nella cura e trattamento.


Il nostro punto di vista

Il comportamento autolesionista è la rappresentazione di un profondo malessere, la traccia visibile di una sofferenza che ha trovato in esso il modo per comunicarlo, per esprimerlo. Per di più lo stigma che si viene a creare attorno a coloro si fanno del male è tale da compromettere la sfera relazione e sociale del giovane peggiorandone la qualità della vita e dunque accrescendo la sofferenza.

Un’adeguata informazione, la comprensione di quanto accade, la presa di consapevolezza delle proprie difficoltà ma anche delle proprie risorse personali insieme alla riduzione di certe false credenze e pregiudizi tipo essere “pazzi” o “malati”, aiuta il giovane a sostenere ed affrontare questo faticoso momento di crisi. Pertanto intervenire precocemente con le giuste informazioni, fornendo uno spazio dove poter dar voce alle proprie paure, e mettere in condivisione delle esperienze può costituire un notevole supporto emotivo e relazionale, oltre che attivare le risorse personali dei giovani, non solo in quanto bisognosi di ricevere un supporto ma anche in qualità di chi può dare un supporto. 

 

If you want a professional and reliable web hosting service, read this fatcow review and your search will end here.