image image image image
Help & Support Se cerchi un consiglio, un aiuto, o un sostegno entra in quest'area, troverai informazioni, consigli e tanto altro. Entra...
Giovani e autolesionismo: breve guida per la famiglia L’autoferimento (traduzione del termine “self injury”) è definito come un’azione a bassa letalità che altera o danneggia il tessuto corporeo (tagli, bruciature, abrasioni), senza alcun intento suicida cosciente (Favazza, 1996). leggi tutto..
Progetto "On line support self harm for youth" Nell’ambito del programma europeo "Daphne III (2007-2013)”, abbiamo creato un luogo virtuale protetto e non giudicante, dove gratuitamente e nel rispetto della privacy, poter chiedere un aiuto, ricevere informazioni e risposte ai dubbi e condividere con altri giovani i propri vissuti ed esperienze.
Per saperne di più...
La Ricerca sul Self injury Abbiamo da poco concluso una prima ricerca pilota sul comportamento di autoferimento che ci ha portato a raccogliere una serie di importanti dati sul fenomeno in questione. Leggi tutto...

Area Riservata

Benvenuti su SIBRIC.it

Lunedì 02 Settembre 2013 00:00

SIBRIC è il primo portale italiano interamente dedicato ai comportamenti autolesionistici, creato sin dalla sua messa in rete con l'obiettivo di promuovere la ricerca, l'informazione ed il confronto su questo difficile tema. L'acronimo S.I.B.R.I.C., infatti, trae spunto dalla funzione che avrebbe svolto su internet: “Research, Information and Comparison on Self Injurious Behaviours” ovvero, “Ricerca, informazione e confronto sui comportamenti autolesionistici”. Scopo di questo sito è offrire un punto d'incontro per tutti coloro che incorrono in un comportamento autolesionistico e sono in cerca di informazioni su di esso.

 

NSSI

Venerdì 17 Ottobre 2014 19:16

L' autolesionismo senza intento suicida (Non Suicidal Self-injury - NSSI) e il disturbo del comportamento suicidario (Suicidal Behavior Disorder - SBD) sono stati recentemente inclusi dall'APA (American Psychiatric Association) nel Manuale Diagnostico e Statistico dei disturbi mentali (DSM-5) come condizioni che necessitano di studi ulteriori prima di essere riconosciute come disturbi. Entrambe le condotte sono state per la prima volta inquadrate in un sistema nosografico al fine di migliorare le future ricerche nel campo, tuttavia non sono state ancora riconosciute formalmente come entità cliniche.

Vai all'articolo sui criteri diagnostici

 

Condividi i tuoi pensieri

Mercoledì 01 Giugno 2011 14:59

 

Autolesionismo in Italia: Un fenomeno in crescita?

Giovedì 10 Marzo 2011 10:05

Da alcuni anni, in Italia, così come già successo in altri paesi occidentali, sembra diffondersi sempre più tra i giovani il ricorso a condotte autolesive. Ciò si rende piuttosto evidente all'interno della virtualità di internet nelle sue diverse manifestazioni (forum, blog, chat, gruppi di discussione, etc..), e trova un significativo riscontro in recenti studi scientifici italiani che riportano una storia di comportamenti autolesionistici nel 21% circa degli studenti universitari e nel 42% degli adolescenti tra i 13 e i 22 anni.

I comportamenti autolesionistici rappresentano l'espressione di un profondo disagio personale che lascia evidenti segni sul corpo e hanno svariate ripercussioni anche a livello sociale. Le cause di questo fenomeno sono ancora in parte ignote, anche se molti studiosi sono convinti che le origini vanno ricercate nell'infanzia.

Il progetto SIBRIC.it è stato realizzato con l'intento di promuovere l'informazione, la ricerca ed il confronto sui comportamenti autolesionistici, allo scopo di dare voce ad un fenomeno ancora poco conosciuto in Italia, ma che interessa già molti giovani. E' nostra convinzione che lo studio e la ricerca possano migliorare la comprensione di questi comportamenti, fornendoci maggiori strumeti con cui poter diagnosticare tale fenomeno e progettare degli interventi di prevenzione e di supporto.

La preoccupante crescita del numero di giovani che si autolesiona, a nostro avviso, ha richiesto la realizzazione di uno strumento in grado di raggiungere i giovani e gli adolescenti che incorrono in tali condotte, fornendo loro utili informazioni, e la possibilità di confrontarsi con altri giovani con simili problematiche.

Questo portale è rivolto anche ai genitori, insegnanti, e tutti coloro vivono o lavorano con i giovani che si autolesionano, avendo così la possibilità di saperne di più, ed avere più strumenti per gestire la situazione in modo adeguato. Infine, per chi volesse approfondire questo argomento, per motivi di studio, lavoro o altro, all'interno del sito, troverà utili informazioni sull' autolesionismo, in particolare sul comportamento di autoferimento (Self injurious behavior - SIB), sia per ciò che riguarda le possibili cause, che per la manifestazione, ed altro ancora.

 
If you want a professional and reliable web hosting service, read this fatcow review and your search will end here.

Pubblicazioni

L’autoferimento. Uno studio pilota sui fattori di rischio: ruolo e interazione di trauma, attaccamento, dissociazione ed alessitimia Clicca qui...