Pages

Il progetto di "Ricerca, informazione e confronto sui comportamenti di autoferimento" (acronimo S.I.B.R.I.C.) è stato fondato nel 2005 nell'ambito di una tesi di laurea in psicologia (Titolo: Self Self Injurious Behaviour Indagine esplorativa attraverso internet), diretta dal Dr. Giuseppe Martorana. Gli obiettivi del progetto, oltre alla ricerca, sono stati la diffusione di informazioni sui comportamenti autolesivi, la de-stigmatizzazione degli autolesionisti e la prevenzione di tali comportamenti promuovendo modelli di auto-aiuto online e consulenza tramite e-mail.
Il progetto ha previsto la pubblicazione di un sito suddiviso in diverse sezioni in grado di fornire maggiori informazioni sulla fenomenologia dei comportamenti autodistruttivi e il loro trattamento, attraverso articoli, bibliografia, collegamenti ad altri siti correlati, contatti delle strutture pubbliche sanitarie, un'area dedicata alla ricerca e una pagina dedicata ai collaboratori del progetto.

Tale progetto si pone come obiettivo lo studio e la ricerca sui comportamenti autolesionistici, al fine di ricavare utili informazione per la prevenzione e l'intervento con questo genere di problematiche. L'idea di un sito Internet affonda le radici nell'importanza rivestita dalla rete per quei giovani che si sentono emarginati, in quanto fornisce un ambiente protetto ed a basso rischio dove trovare persone con cui condividere la propria reale e/o percepita diversità, avendo la possibilità di uno scambio di informazioni che è difficile realizzare di persona o quando si utilizza la propria identità. Il progetto Sibric ha le sue origini in questo studio e nella conseguente attività di ricerca scientifica, tuttora in corso.

Da qualche anno, anche nel nostro paese, vi è una crescente attenzione da parte dei ricercatori, e sempre più clinici si trovano di fronte pazienti adolescenti ed adulti che ricorrono al ferimento del proprio corpo per manifestare il proprio malessere. Gli obiettivi perseguiti da questo progetto sono la promozione dell'informazione sui comportamenti autolesionistici, la ricerca, il supporto, la de-stigmatizzazione di coloro che vi incorrono.


RESPONSABILE DEL PROGETTO

  • Giuseppe Martorana: Psicologo, Psicoterapeuta ad indirizzo Psicoanalisi della relazione. Esperto in Valutazione Psicologica. Membro dell'International Society of Self Injury (ISSS - https://itriples.org/)
    E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    sito web: http://www.drmartorana.sibric.it/

 

COLLABORATORI

    • Cinzia Purromuto: Docente scuola primaria, dottore in psicologia.
      E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    • Luca Bassano: Psicologo, Psicoterapeuta individuale, di coppia, familiare e Mediatore familiare. Specializzazione ad indirizzo sistemico relazionale. E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    • Ilaria Giannoni: Psicologa e psicoterapeuta ad indirizzo psicoanalisi della relazione con l’adolescente ed il giovane. Svolgo la libera professione, collaboro dal 2014 con vari istituti scolastici di diverso ordine e grado come psicologa nello svolgimento di sportelli d’ascolto psicologico. Ho esperienza in disturbi del comportamento alimentare, avendo collaborato per 4 anni col centro Arianna della Asl di Pisa, centro specializzato nei disturbi del comportamento alimentare.
      E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    • Maria Paola Buchignani: Psicologa psicoterapeuta ad indirizzo cognitivo comportamentale e terapeuta EMDR. Ho esperienza nell’ambito dell’infanzia e adolescenza grazie all’attività clinica e a progetti in collaborazione con il Servizio di NPI dell’Asl 5 Spezzino. Lavoro con le principali manifestazioni di sofferenza, dai disturbi della condotta alimentare, all’ansia, ai disturbi dell’umore all’autolesionismo, ai disturbi relazionali. E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    • Valentina Mellone: Psicologo, specializzanda Psicoterapeuta, collabora in attività di ricerca presso dipartimento di psicologia dinamico-clinica "Sapienza" Università di Roma. E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SIBRIC.it sin dalla sua nascita ha adottato un approccio aperto e collaborativo attivando collaborazioni con diverse realta' presenti sul territorio nazionale ed europeo, dalle quali sono scaturiti degli incontri sempre molto proficui e ricchi di ricadute interessanti sul piano della crescita reciproca e di conseguenza sul lavoro che ognuno portava avanti. Attualmente SIBRIC.it collabora con la Fondazione De Maestri con la quale ha partecipato alla campagna di Crowdfunding TIM - WithYouWeDo, iniziativa promossa dal gruppo TIM.

 


Fondazione “Maria Gabriella Demaestri. La Fondazione Demaestri nasce con l’obiettivo del “prendersi cura” dell’individuo e della famiglia nella sua globalità, con la finalità di puntare al miglioramento della qualità della vita, favorendo, con azioni di ricerca, formazione, cura e riabilitazione, la comprensione, la socializzazione, l’integrazione, il superamento del disagio.

 

 

Trentino Vivo Associazione Contro il BullismoTrentino-Vivo Ass. Nazionale Contro il Bullismo. Nati nel 2017, Trentino Vivo Associazione Nazionale Contro il Bullismo, creata da  Di Lorenzo Giuseppe, si fonda sul impegno volontario; agisce in stretto collegamento con le altre associazioni italiane. Trentino - Vivo Associazione Contro il Bullismo e Cyberbullismo , viene fondata da una vittima che ha dovuto combattere diversi aspetti del bullismo molto attiva sia negli incontri con i ragazzi che sui social network, dove collabora con la polizia postale. Mission è sensibilizzare i giovani sul tema del bullismo, sia per aiutare i giovani vittime del bullismo, sia per fare in modo che i bulli si rendano pienamente conto della gravità delle loro azioni.

 

Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell'Università degli studi di Firenze.Il Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia nasce nel Gennaio 2013 per effetto della legge 240 del 30 Dicembre 2010 inerente la riorganizzazione del sistema universitario pubblico in Italia. Pur configurandosi come una realtà istituzionale inedita, esso di fatto raccoglie l’eredità scientifica e didattica di due organismi preesistenti: il Dipartimento di Scienze dell’Educazione e dei Processi Culturali e Formativi e il Dipartimento di Psicologia. Compiti istituzionali del Dipartimento sono: a) ricerca, b) didattica, c) trasferimento delle conoscenze, d) internazionalizzazione, e) interdisciplinarità.

 

 

Associazione Photofficine Onlus. Associazione Onlus che si occupa di fornire servizi socio-educativi per adolescenti e di promuovere una maggiore sensibilizzazione alle realtà in cui vivono mediante il supporto dei nuovi canali comunicativi (internet, video e foto reportage). In particolare dedica ampio spazio alla conoscenza delle nuove tecnologie e alle diverse opportunità d'espressione e/o educative legate a esse. Obiettivo di Photofficine è proporsi come uno spazio dove poter sperimentare la propria creatività attraverso i new media.

 

YouthNet è un'organizzazione specializzata nell'uso di nuove tecnologie per ispirare, sostenere e coinvolgere i giovani in tutto il Regno Unito.Sia che si tratti di aiuti di emergenza in periodi di crisi, di sostegno a problemi quotidiani o di coinvolgimento nelle loro comunità locali, YouthNet è sempre lì per loro.

 


Cyberhus è un'organizzazione no-profit danese con sede ad Aarhus. Oggi è composto da più di 70 persone, molte delle quali sono volontarie. Cyberhus è una casa virtuale o un club che offre consulenza online per bambini e adolescenti vulnerabili. La consulenza è svolta principalmente da consulenti volontari di chat con background educativi pertinenti come insegnanti, pedagoghi, assistenti sociali e studenti di psicologia, e consiste nel nostro servizio di chat online, servizio di domande e risposte, forum peer-to-peer, "Racconta la tua storia "," Chiedi aiuto "e una Cyberschool che offre seminari sulla sicurezza elettronica per gli scolari, i loro genitori e insegnanti.

 


Depaul UK aiuta i giovani che sono senzatetto, vulnerabili e svantaggiati. Depaul UK fa parte di Depaul International, un gruppo di organizzazioni di beneficenza che lavorano per aiutare i senzatetto e gli emarginati in tutto il mondo. Il Gruppo Depaul ha avuto inizio nel 1989 in risposta al crescente numero di senzatetto nelle strade di Londra. 

 

 

UTRIP è un istituto di ricerca e sviluppo che mira a condurre ricerche, sviluppare, attuare, monitorare e valutare i programmi nel campo del comportamento dei giovani, della promozione della salute e di stili di vita sani. È coinvolto in numerosi progetti di ricerca e di formazione, cofinanziati dalla Commissione europea. Collabora attivamente con diverse reti europee (IREFREA, Club Health, AMPHORA, ProSkills, Eurocare, Alcohol Policy Network, European Action on Drugs, ecc.). 

 


42nd Street è un'organizzazione senza fine di lucro che si occupa dei bisogni di salute mentale dei giovani attraverso una serie di interventi accessibili e creativi. Il suo staff è formato da diverse figure che provengono da una vasta gamma di esperienze professionali associate al lavoro dell'organizzazione, tra cui: psichiatria, cura e pratica della salute mentale, psicoterapia, lavoro sociale, lavoro giovanile e di comunità.

SIBRIC.it grazie al lavoro di un gruppo di professionisti offre attività di supporto ed informazione rivolte alle persone incorse in comportamenti autolesionistici  attraverso servizi di consultazione via mail, gruppi di supporto tra pari, colloqui in chat con esperti, attività di ricerca, e diffusione di buone pratiche ed informazioni.

SIBRIC offre ai giovani un luogo virtuale anonimo e sicuro dove poter parlare delle loro difficoltà, dei  loro interessi, dei loro problemi e condividerle senza paura con altri giovani.

Il nostro punto di vista

Il comportamento autolesionista è la rappresentazione di un profondo malessere, la traccia visibile di una sofferenza che ha trovato in esso il modo per comunicarlo, per esprimerlo. Per di più lo stigma che si viene a creare attorno a coloro si fanno del male è tale da compromettere la sfera relazione e sociale del giovane peggiorandone la qualità della vita e dunque accrescendo la sofferenza.

Un’adeguata informazione, la comprensione di quanto accade, la presa di consapevolezza delle proprie difficoltà ma anche delle proprie risorse personali insieme alla riduzione di certe false credenze e pregiudizi tipo essere “pazzi” o “malati”, aiuta il giovane a sostenere ed affrontare questo faticoso momento di crisi. Pertanto intervenire precocemente con le giuste informazioni, fornendo uno spazio dove poter dar voce alle proprie paure, e mettere in condivisione delle esperienze può costituire un notevole supporto emotivo e relazionale, oltre che attivare le risorse personali dei giovani, non solo in quanto bisognosi di ricevere un supporto ma anche in qualità di chi può dare un supporto. 

Quali sono i nostri obiettivi

Sostenere ed informare i giovani che si autoferiscono: aiutarli a divenire maggiormente consapevoli delle loro risorse, aiutarli nella presa di consapevolezza del loro problema e del come affrontarlo. Aiutare i genitori e gli operatori che lavorano con adolescenti a comprendere il significato del comportamento autolesionista in modo non stereotipato e senza giudizio, al fine di ascoltare ed aiutare al meglio il giovane. 

Approfondire e studiare il fenomeno autolesionista in Italia al fine di accrescere le informazioni e migliorare la comprensione di tali comportamenti, così da aiutare i professionisti nella cura e trattamento.

Abbiamo concluso una prima fase di ricerca sul self injury che ci ha portato a raccogliere importanti dati sul fenomeno in questione. Alcuni di questi dati sono già disponibili sul sito, o pubblicati presso riviste scientifiche.

Obiettivo della ricerca è fornire un apporto importante alla letteratura scientifica sull'autolesionismo, pertanto si provvederà alla divulgazione dei risultati presso riviste pertinenti, allo scopo di diffondere nella comunità le informazioni raccolte. L'esperienza di questi anni ci ha indotto a voler continuare il nostro lavoro, in quanto molto si è imparato ma ancora molto c'è da imparare sui comportamenti autolesionistici, ragion per cui manterremo on line il nostro questionario, a cui abbiamo apportato alcune modifiche. Nostro obiettivo rimane quello di approfondire le conoscenze sulle caratteristiche del fenomeno autolesionistico e sulle sue origini. Pertanto, è importante ricordare che, maggiore sarà il numero di persone autolesioniste disponibili a compilare tali tests, maggiore sarà il peso scientifico delle informazioni raccolte, per questo chiediamo anche a te il tuo contributo. In questo modo la ricerca potrà avvalersi di un campione più consistente, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. Da questa sezione è possibile raggiungere il questionario sul comportamento di autoferimento, a cui, potranno accedere, in modo del tutto anonimo, coloro che hanno ingaggiato una modalità di comportamento autolesionista.

Se vuoi partecipare

Al questionario vi si accede dal riquadro in alto a destra in questa pagina, dovrete compilare i campi con alcuni dati, l'e-mail, e le domande a cui sentite di poter rispondere, a questo punto dopo aver letto l'informativa sul trattamento dei dati personali (necessaria per qualsiasi ricerca, anche anonima) cliccate su Invia. Il questionario, e le informazioni contenute confluiranno su un unico database. Alla fine del questionario c'è la possibilità di scegliere se siete disponibili a partecipare ad eventuali altri ricerche di SIBRIC.it mediante la compilazione di altri test che verrebbero inviati direttamente sulla vostra mail.

Risultati e Feedback

Ricordiamo che sui questionari inviati non verrà fatta alcuna analisi o studio, ma andranno semplicemente ad arricchire le conoscenze sulla fenomenologia e le modalità autolesionistiche, pertanto non riceverete alcun risultato.

Ringraziamenti

L'intero staff di SIBRIC.it desidera ringraziare tutti coloro che in questi anni ci hanno permesso di raccogliere maggiori informazioni sul comportamento autolesionistico, collaborando con noi attraverso i questionari e quant'altro, ma soprattutto dandoci la propria fiducia. Grazie al vostro aiuto abbiamo potuto continuare il nostro lavoro fornendo ulteriori dati che hanno arricchito le conoscenze scientifiche in Italia e permesso la divulgazione di tali dati.

Grazie.

In questa sezione vi indichiamo dei link che potrebbero dimostrarsi utili per le vostre ricerche. Sono suddivisi in diverse sezioni, in base alla tipologia di sito, per cui potete meglio individuare l'area che vi interessa.

La lista viene periodicamente aggiornata, per cui se riscontrate qualche sito non più esistente, o qualche atro inconveniente comunicatelo tramite il form "contattaci". In ogni caso se non trovate ciò che cercate potrete effettuare una ricerca con FREEFIND, che si trova sotto la barra del menu qui accanto.

N.B. Se avete un sito interessante da proporci, che crediate utile per i temi qui trattati potete farlo tramite il link qui sotto.

Proponi un sito

 

Siti correlati

 

Enti e Università

 

Associazioni

 

Riviste


In questa sezione potrete trovare alcuni riferimenti a siti, forum, riviste, e qualsiasi altro media che ha parlato di noi o diffuso notizie od opinioni riguardanti SIBRIC. Naturalmente, non ci è possibile fare una ricerca esaustiva, poiché il mondo online ed offline è immenso e di certo molto può sfuggire.

Essendo le informazioni in continuo aggiornamento chiediamo anche a voi di aiutarci a tenere aggiornata questa sezione, inviandoci informazioni relative alla diffusione di opinioni, informazioni o articoli sulle nostre attività, comparse sia su internet che in altri media. Per inviarci il tuo contributo basta copilare il form "contattaci", mandandoci il link della pagina web o il documento cartaceo scannerizzato.

Vi ringraziamo in anticipo per il vostro contributo. 

 

Citazione in articolo. Portale Wiki-How, come fare di tutto.

 

Intervista dr. Martorana. Rivista donna moderna sul web.

 

Articolo divulgativo. Portale "Mamme acrobate"

 

Articolo divulgativo. Portale Safe Made Girl.

 

Scheda Progetto. Piattaforma di Crowdfunding TIM WithYouWeDo (Gruppo Telecom Italia).

 

Post di utente. Formazione Cultura in rete.

 

Citazione su articolo di rivista. Rivista Top Girl n. 136 Maggio 2009.

 

Post di un utente.  Forum Un urlo rosso sangue

 

Domanda e Risposta utenti. Yahoo Answers, tema Adolescenza.

 

Post di utenti. Before I Sputter Out* - il primo forum italiano sull'autolesionismo

 

Informativa progetto Daphne III. Orizzonte Scuola

 

Informativa progetto Daphne III. Nell’attesa, settimanale di prevenzione medica e di solidarietà

 

Collegamento esterno voce Autolesionismo. Wikipedia, l’enciclopedia libera.

 

Post su Forum. Sito dell’Associazione Prodigio Onlus

 

Informativa progetto Daphne III. Sito dell’Associazione Culturale Punto e a Capo.

 

Articolo informativo. Sito dell’Associazione Nessuno è perfetto.

 

Articolo informativo e post di utenti. Blog:  “Borderline. Il Dolore Incompreso”.

 

Post e opinioni di utenti. Forum di auto aiuto.

 

Articolo informativo con link. The Agnesi Journal, Il settimanale dell'istituto Magistrale G.Agnesi di Milano.

 

Articolo informativo con link. Sito del Centro per la Promozione della Salute “IGEA”.

 

 

Hai un dubbio o vorresti avere un chiarimento? Sei alla ricerca di aiuto o semplicemente hai domande, curiosità, dubbi rispetto ai comportamenti autolesionistici? Qui potrai fare tutte le domande che desideri in una condizione di semplice accessibilità e di assoluto anonimato, basta compilare il modulo sottostante in tutte le sue parti. I nostri esperti provvederanno a risponderti nel più breve tempo possibile (entro 5 giorni lavorativi).

Per ricevere una risposta soddisfacente ti suggeriamo di descrivere in modo approfondito la tua situazione e tutto quello che ritieni attinente al problema in questione.

Prima di inviarci la tua domanda assicurati che non abbiamo già risposto ad una domanda come la tua nella sezione Question & Answers di questo sito.

Ricordiamo che nel caso le domande(da te poste) e le risposte(da noi fornite) vengano ritenute di interesse comune queste saranno pubblicate sulla sezione Question & Answers di SIBRIC.it, previa eliminazione di qualsiasi riferimento a dati personali atti ad identificare la persona in questione.

N.B.

  • E' molto importante leggere l'informativa sulla privacy dei nostri servizi che spiega come la riservatezza è trattata su SIBRIC.it.
  • Lo staff di SIBRIC.it si riserva il diritto di non rispondere a quesiti giudicati non idonei.
  • Si prega di notare che questo servizio è assolutamente gratuito ed è rivolto ai giovani tra i 12 e i 25 anni.

Attenzione

E' importante comunque, ricordare che questo servizio di consulenza, sebbene svolto in modo approfondito e da professionisti non sostituisce in alcun modo il colloquio vìs a vìs effettuato con lo psicologo o altro professionista, il quale costituisce unico fondamento per un valido percorso terapeutico.

I consigli dati dai nostri esperti devono essere ritenuti semplicemente come indicazioni.

chiediasibric

Photo from pexels.com

Photo from Pexels.com

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta